feste patronali navelli

#siachiaro


parliamoci-chiaroMi corre l’obbligo di puntualizzare quanto segue, se non altro per fare un po’ di chiarezza: l’Arciconfraternita del SS. Sacramento di #Navelli, ovvero la principale #confraternita del paese dedita sin dalla sua fondazione alla celebrazione della festa in onore del Patrono San Sebastiano, secondo le regole statutarie, non è stata né preventivamente informata né tantomeno resa partecipe della decisione di spostare soltanto tale festività al prossimo mese d’agosto, essendone venuta a conoscenza giusto domenica scorsa, come tutti gli altri cittadini-parrocchiani. Pertanto, detta Confraternita è assolutamente estranea al Comitato all’uopo costituito — presso Comune di Navelli. 

#siachiaro

Featured Image -- 6887

Navelli, ricostruzione sede municipale


Gaetano Cantalini:

La ri-costruzione strategica

Navelli, ricostruzione sede municipale Navelli, ricostruzione sede municipale Navelli, ricostruzione sede municipale Navelli, ricostruzione sede municipale Navelli, ricostruzione sede municipale Navelli, ricostruzione sede municipale

Originally posted on Il Blog di Gaetano Cantalini:

E’ scaduto lo scorso 16 marzo il bando di gara, mediante procedura aperta ex art. 54 e 55 D.lgs. 163/2006, per l’appalto dei lavori di “Demolizione e ricostruzione della sede municipale di Navelli”, resa inagibile dal sisma del 6 aprile 2009.

L’opera rientra nel Programma di Interventi approvati dal Commissario Delegato alla Ricostruzione con Decreto n. 64 del 16 giugno 2011 per un importo di € 1.721.347,51 trasferito qualche mese fa al Comune dal Funzionario Delegato titolare della “Gestione stralcio per la contabilità speciale”, Aldo Mancurti, Capo del Dipartimento per lo sviluppo delle economie territoriali della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

quadro economico progetto sede municipale navelli

Quadro economico del progetto esecutivo predisposto dall’Arch. Massimiliano Monetti, denominato “progetto per la ricostruzione della nuova sede municipale”, approvato con Deliberazione di Giunta comunale n. 14 del 12.02.2013

Con determinazione n. 65 del 06.11.2011 da parte del Responsabile dell’Ufficio Tecnico Ing. Gianluca Caramanico si è proceduto ad affidare l’incarico…

View original 164 altre parole

navelli estratto verbale consiglio comunale

Senza regole


Risale al 6 febbraio u.s. il decreto n. 1 dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere #USRC (pubblicato sul Bura del 21.02.2014) che ha dettato le disposizioni in ordine ai contributi da rilasciarsi per la #ricostruzione privata post #terremoto all’interno dei centri storici dei comuni del #cratere. In particolare, l’art. 11 stabilisce, comunque garantendo la coerenza con i piani di ricostruzione, i principali #criteri nella definizione delle #priorità da parte dei comuni, che sono:
a) Rientro delle popolazioni nelle abitazioni principali danneggiate dagli eventi sismici del 6 aprile 2009;
b) Il coordinamento logistico della cantierizzazione degli interventi, tenendo conto della localizzazione dell’intervento rispetto a percorsi sicuri, alla disponibilità di servizi a rete e al livello di interferenza con altre attività;
c) Il coordinamento degli interventi sugli ES e ED privati e di quelli sugli spazi pubblici contermini e sulle reti dei sotto-servizi;
d) Il contenimento della richiesta di contributo così come indicato nell’art. 12, comma 7, lettera a) dello stesso decreto.
Sono passate ormai diverse settimane dall’entrata in vigore di detto decreto ma dei criteri di priorità con cui istruire le pratiche per la ricostruzione nei centri storici di #Navelli Capoluogo e della Frazione di #Civitaretenga non vi è neppure l’ombra. Forse che l’Amministrazione comunale pensa di poter continuare con l’unico criterio della priorità temporale di acquisizione delle pratiche al protocollo comunale, così come avvenuto finora, a discapito delle abitazioni principali inagibili? Ovvero con la riparazione di immobili ad uso non abitativo, di seconde e terze case, in barba alle leggi che attribuiscono la priorità di recupero agli edifici privati residenziali destinati ad abitazione principale? O come sta accadendo ultimamente con quella di aggregati all’interno dei quali non sono ubicate abitazioni principali e, se vi sono, risultano agibili?

zona rossa civitaretenga di navelli

navelli giornata di primavera

“Giornata di Primavera”


Nel centro storico di #Navelli per farlo “ri-fiorire” dopo lunghi cinque inverni collocando tra le pietre del borgo primule, margherite, viole del pensiero
…positivo!
Magari eliminando qualche erbaccia per far spazio ai fiori
…basta solo equipaggiarsi!
Domenica 27 Aprile 2014 dalle ore 10.00 in poi
Vi aspettiamo numerosi muniti ciascuno di almeno una piantina fiorita
…e qualcosa di buono da mangiare insieme!

Locandina Giornata di Primavera 2014

alla luce del sole

#Allalucedelsole


nero su biancoPerché l’operato di un consigliere comunale deve essere caratterizzato innanzitutto dalla #trasparenza verso i propri concittadini. Se l’Ufficio Speciale per la #Ricostruzione dei Comuni del #Cratere, insieme agli altri enti interpellati, intende davvero fornire i chiarimenti richiesti sui lavori di adeguamento sismico delle #scuole elementare e materna del Comune di #Navelli, allora lo faccia mettendoli…

#nerosubianco!

Risposta alla nota n 201427 del 31_03_2014 U_S_R_CArticoli correlati:

delibera cipe sisma

#vogliamosapere


usrc fossa

Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere – Fossa

A quanto ammontano esattamente le risorse destinate alla #ricostruzione post #terremoto dei centri storici del Comune di #Navelli e di quelle destinate alla ricostruzione delle periferie per ciascuno degli anni 2013, 2014, 2015? Tali risorse così ripartite tra centri storici e periferie hanno una destinazione vincolata?
Sarebbe moralmente inaccettabile se, anche in assenza di un vincolo, tale ripartizione, come risulta dalla Delibera CIPE n. 35/2005 sia per il Comune di #Laquila che per gli altri comuni del #cratere sismico, non fosse rispettata impiegando diversamente fondi destinati all’attuazione dei piani di ricostruzione dei centri storici. Se la ricostruzione dei centri storici di Navelli Capoluogo e della Frazione di #Civitaretenga deve avvenire #diparipasso (ad affermarlo è stata l’Amministrazione comunale in più occasioni), allo stesso modo bisogna procedere, per quanto possibile, con la ricostruzione delle periferie e dei centri storici.

 

#vogliamosapere

Delibera Cipe n. 135 del 21 dicembre 2012
Allegato n. 1

Allegato n. 2

GIOCONDO

Ma che ho scritto giocondo in fronte?


In riscontro alla nota datata 14/02/2014, acquisita al prot. n. 782 del 21/02/2014, avente come oggetto l’intervento di #messainsicurezza dell’edificio scolastico di cui all’oggetto, si comunica che lo scrivente Ufficio è a disposizione per fornire chiarimenti del caso presso la propria sede, previo appuntamento, alla presenza del Sindaco del Comune di #Navelli” (Nota prot. n. 1427 del 31/03/2014 dell’USRC in risposta alla mia).
Se avessi voluto dei chiarimenti a voce, mi sarei già recato personalmente presso l’Ufficio Speciale per la #Ricostruzione dei Comuni del #Cratere di Fossa anziché inviare la suddetta richiesta tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Pertanto, ringrazio per la cortese disponibilità ma mi aspetto una risposta ufficiale.
#terremoto #scuole

Navelli Nota USRC scuole1Articoli correlati:

??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Quinto anniversario


 

Navelli scaffoldingCOMMEMORAZIONE DELLE VITTIME DEL SISMA

Il Sindaco di Navelli invita la cittadinanza a partecipare alla cerimonia di commemorazione delle vittime del sisma del 6 aprile 2009 che si svolgerà il giorno 6 aprile 2014 secondo il seguente programma:

- ORE 11.00 CELEBRAZIONE DELLA SANTA MESSA PRESSO LA CHIESA DELLA MADONNA DEL ROSARIO A NAVELLI 
- ORE 12.00 CELEBRAZIONE DELLA SANTA MESSA PRESSO LA CHIESA DI S. EGIDIO A CIVITARETENGA

 

come volevasi dimostrare

Come volevasi dimostrare


 

cassa-300x226Per il Comune di #Navelli non si poteva fare. In realtà, non hanno voluto farlo a differenza di altri comuni del comprensorio, oltre a quello di #Barisciano.

#sapevatelo #ricordatelo
Di seguito la determinazione del Responsabile del Servizio del Comune di Barisciano relativa all’approvazione del ruolo principale TARSU anno 2010 con la riduzione, per il periodo dal 1 gennaio al 30 giugno 2010, oggetto della sospensione a seguito del sisma, del carico iscritto a ruolo al 40% del dovuto e la possibilità di rateizzare i versamento in 120 rate mensili, ai sensi dell’art.33, comma 28,della legge n.183/2011, che l’Amministrazione comunale di Navelli ha ritenuto invece di non applicare facendo pagare ai propri concittadini il tributo per intero.

«Visto l’art.33, comma 28, della legge n.183/2011 a norma del quale “per consentire il rientro dall’emergenza derivante dal sisma che ha colpito il territorio abruzzese il 6 aprile 2009, la ripresa della riscossione di cui all’art.39, commi 3 bis, 3-ter e 3quater , del decreto-legge 31.5.2010, n.78, convertito con modifica dalle legge 30.7.2010,n.122, avviene senza applicazione di sanzioni, interessi e oneri accessori, mediante il pagamento in centoventi rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di gennaio 2012. L’ammontare dovuto per ciascun tributo o contributo ovvero per ciascun carico iscritto a ruolo, oggetto delle sospensioni, al netto dei versamenti già eseguiti, è ridotto al 40%”; [...]

Chiarito che per il periodo dal 1 gennaio/30 giugno è stato ridotto il carico iscritto a ruolo al 40% del dovuto ed è stata prevista la possibilità di rateizzare i versamenti in 120 rate mensili;»

Articoli correlati:

 

democrazia

Cosa aspettano?


A seguito della mia segnalazione, nel solo mese di febbraio u.s. sono state pubblicate all’albo pretorio del Comune di #Navelli ben 112 #determinazioni assunte dagli uffici nel corso dello scorso anno. Ad oggi non risultano ancora pubblicate 38 determinazioni, di cui 21 dell’Ufficio Anagrafe ed Area Amministrativa e 17 dell’Ufficio Tecnico. Addirittura fino ad un anno di ritardo nella #pubblicazione di atti fondamentali! Una situazione a dir poco vergognosa che impedisce alla minoranza ma soprattutto ai cittadini di conoscere l’attività dell’Ente e di controllare come realmente vengono spesi i soldi dei contribuenti. E’ evidente che manca la volontà politica di rendere trasparente l’operato dell’amministrazione. Forse non tutti sanno che gli atti della pubblica amministrazione sono necessariamente scritti. Nel momento in cui vengono assunti dalla giunta o dagli uffici devono essere COMPLETI, ovvero TERMINATI in ogni sua parte. Pertanto, potrebbero essere pubblicati subito contestualmente alla loro approvazione. E, invece, gli atti restano per mesi e mesi nei cassetti prima di essere pubblicati o, a quanto pare, non vengono pubblicati affatto. Una cosa è certa: nel Comune di Navelli la #democrazia e la #trasparenza non hanno cittadinanza.

#trasparenzazero #presaperilculo
(E scusate ancora il francesismo!)

COMUNE%20DI%20NAVELLI1Articoli correlati:

  1. #Presaperilculo

Earth Hour

L’Ora della Terra


Earth Hour 2014, Sabato 29 marzo 20:30. Earth Hour è il più grande movimento globale per il nostro Pianeta, centinaia di milioni di persone si uniranno in tutto il mondo con un gesto simbolico e spettacolare: lo spegnimento delle luci per un’ora. Insieme possiamo portare ad un cambiamento reale e per il 2014 vogliamo avere un impatto ancora più grande.
Partecipa anche tu ad Earth Hour, la grande mobilitazione del WWF contro i cambiamenti climatici. Diamo un Futuro al Pianeta!
http://www.wwf.it/oradellaterra 

#OradellaTerra #EarthHour 

Saldo tare tarsu

Cornuti e mazziati


Tarsu-e-Tares1Alla fine della fiera, nell’arco di un solo anno, i cittadini di #Navelli e di #Civitaretenga hanno pagato per ben due volte la #TARSU, quella riferita al 2010 (ultimo ruolo emesso) e quella riferita al 2013, oltre a non aver beneficiato dell’abbattimento del 60% della stessa per il periodo aprile 2009-giugno 2010, oggetto della sospensione a seguito del #terremoto e della successiva riduzione del 40%, prevista dall’art. 33 comma 28 della Legge 183/2011 che l’Amministrazione comunale ha ritenuto di non recepire a differenza di altri comuni del #cratere sismico.

P.S. Premesso che, con la rideterminazione delle tariffe relative alla TARSU per l’anno finanziario 2013, la Giunta comunale ha deciso di continuare ad applicare per detto periodo lo stesso regime di prelievo, in conformità all’art. 5, comma 4-quater della Legge 124 del 28.10.2013, fatti comunque salvi la maggiorazione prevista per lo Stato nonché la predisposizione e l’invio ai contribuenti del relativo modello di pagamento, va evidenziato che il Consiglio comunale, con deliberazione n. 15 del 27.09.2013, ha stabilito la scadenza del 31.03.2014 come ultima rata (a saldo) del nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi in vigore dal 01.01.2013, denominato #TARES, e non del tributo sui rifiuti solidi urbani, ovvero la TARSU.

Ma quale piano?


In data 8 agosto 2013 il Comune di #Navelli sottoscrive con la Provincia di #Laquila l’accordo di programma nell’ambito dell’approvazione del Piano di #Ricostruzione post #terremoto dei centri storici di Navelli Capoluogo e della Frazione di #Civitaretenga. Il 3 settembre 2013 l’accordo viene ratificato dal Consiglio comunale, con l’astensione della minoranza (assente il sottoscritto per problemi familiari), senza aver visto neppure uno solo degli elaborati del Piano, sebbene facenti parte integrante e sostanziale dell’atto. Il 23 dicembre 2013 si apprende dagli organi di stampa del rilascio, da parte dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del #Cratere di Fossa, del “nulla osta” al Piano che sarà pubblicato sul sito dell’Ente qualche settimana dopo, esattamente il 14 gennaio 2014. Ciò premesso, essendo trascorsi già tre mesi, mi chiedo quand’è che il Sindaco si decide a convocare il Consiglio comunale perché prenda atto dell’avvenuto rilascio del nulla osta avente ad oggetto il quadro tecnico economico programmatico delle risorse da impegnare ai fini dell’attuazione degli interventi previsti nel Piano e, quindi, del completamento dell’iter inerente l’approvazione dello stesso.

navelli

discarica navelli

Mero errore materiale


La risposta del Sindaco all’#interrogazione n. 20 del 16.01.2014 recante per oggetto: “conferimento sovvalli, riattivazione, chiusura e ripristino ambientale #discarica comprensoriale in località “Pagano” del Comune di #Navelli“.

risposta sindaco interrogazione n 20107Leggi l’Interrogazione n. 20 “conferimento sovvalli, riattivazione, chiusura e ripristino ambientale discarica comprensoriale”

Articoli correlati:

comune di navelli

La farsa della commissione


ABOLIAMO LA #COMMISSIONE EDILIZIA. A cosa serve in un piccolo comune come #Navelli? E poi cosa fa? Dov’è la #trasparenza? Poiché al fine di conseguire risparmi di spese e recuperi di efficienza nei tempi dei procedimenti amministrativi i consigli e le giunte, secondo le rispettive competenze, con provvedimento da emanare entro sei mesi dall’inizio di ogni esercizio finanziario, possono procedere all’individuazione e alla eventuale soppressione di commissioni e/o comitati non ritenuti indispensabili alla realizzazione dei fini istituzionali dell’Ente interessato (art. 96 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267), si abolisca la Commissione Edilizia comunale attribuendo le relative funzioni all’Ufficio Tecnico che riveste preminente competenza in materia. Così, oltre a snellire l’iter del rilascio delle concessioni edilizie, si pone fine alla #farsa della commissione i cui componenti sono tutti espressione della sola maggioranza.

commissione

DOCUMENTAZIONE

Non basta


#Nonbasta comunicarci che, a detta del Sindaco di #Navelli, il Vicesindaco avrebbe restituito alle casse comunali l’indennità di funzione indebitamente percepita. Dal Sindaco pretendiamo al più presto una risposta scritta insieme a tutta la documentazione attestante l’avvenuta restituzione. Se, quando e perché.

Articoli correlati:

scuole d'abruzzo futuro in sicurezza

“Scuole di Navelli – Il futuro in sicurezza”


scuola primaria navelliRichiesta di chiarimenti al Titolare dell’Ufficio Speciale di Fossa, Dott. Paolo Esposito, al neo Provveditore alle OO.PP. per il Lazio, Abruzzo e Sardegna, Ing. Roberto Linetti, al Capo Dipartimento per lo Sviluppo delle economie territoriali (DiSET), Ing. Aldo Mancurti, nonché allo stesso Sindaco di #Navelli in merito ai lavori di adeguamento sismico dell’edificio sede della #scuola primaria e di quello della scuola materna di Navelli, finanziati per un importo complessivo di € 1.698.055,55 con Decreto n. 89/2011 del Commissario Delegato per la #Ricostruzione nell’ambito del piano denominato “#Scuole d’Abruzzo – Il futuro in sicurezza”, considerato che entrambi gli edifici scolastici, subito dopo il #terremoto del 06.04.2009, sono stati oggetto di importanti interventi di ristrutturazione e #messainsicurezza da parte del Provveditorato alle Opere Pubbliche con conseguente riutilizzo degli stessi sin dall’anno scolastico 2009-2010, oltre al fatto che l’edificio della scuola elementare è stato nei primi mesi successivi al sisma anche sede del COM 6 (Centro Operativo Misto) ed è quotidianamente fruito dalla popolazione scolastica.

#ricostruzione #terremoto #Laquila

Articoli correlati:

Lavori appena finiti


palazzo de roccis navelliPer la riparazione basteranno 1.187.435,87 euro? E’ questa la somma prevista, quale “contributo parti comuni”, nel piano di #ricostruzione del centro storico di #Navelli per l’immobile comunale denominato “Palazzo De Roccis”, classificato inagibile di categoria “E” nonostante sia stato già oggetto di un importante intervento di ristrutturazione e riqualificazione iniziato prima del #terremoto del 06.04.2009 e oggi terminato anche grazie ad una donazione pari a 135.000,00 euro da parte dei comuni umbri appartenenti alla Comunità Montana dei Monti Martani del Serano e del Subasio “per rendere i suoi locali idonei a ospitare sia le attività relative alla sede municipale sia quelle di aggregazione sociale”. A seguito di detti lavori di ristrutturazione, l’edificio è divenuto anche sede dell’archivio storico comunale, il cui trasferimento dal Convento di Sant’Antonio, nella frazione di #Civitaretenga, dove era stato collocato subito dopo il #sisma che ha reso inagibile la sede municipale, come ricorderete, è costato ben 9.680,00, IVA compresa.

palazzo de roccis navelli palazzo de roccis navelliP.S. E’ possibile che il distacco dell’intonaco potrebbe essere dovuto, stando sempre al piano di ricostruzione, ai danni causati dal sisma alla rete idrica e fognaria (oltre a quella del gas) che insiste sulla pubblica strada contigua il palazzo anche se la pavimentazione è stata rifatta dopo la data del 6 aprile 2009?

scuole d'abruzzo futuro in sicurezza

“Navelli, minoranza polemica sui lavori alla scuola primaria”


 

L’articolo del quotidiano “Il Centro”:
#Navelli, minoranza polemica sui lavori alla scuola primaria„
- Domenica, 16 Febbraio 2014 -

articolo scuole navelli

#ricostruzione #terremoto #Laquila

Articoli correlati:

albo pretorio navelli

Avviso importante


Lo scorzo 12 febbraio è stato pubblicato all’albo pretorio del Comune di Navelli il primo elenco dei consorzi obbligatori regolarmente costituiti relativi ad aggregati del centro storico di #Navelli e della frazione di #Civitaretenga… la cui individuazione è prevista con decreto sindacale n. 67 del 24.12.2014!

primo elenco consorzi navelli

#ricostruzione #terremoto #Laquila

 

scuola materna navelli

Vediamoci chiaro


A seguito della nota Prot. n. 00260/USRC/Scuole-U dell’01.10.2013 con la quale l’Ufficio Speciale per la #Ricostruzione dei Comuni del #Cratere ha comunicato l’esito positivo dell’istruttoria effettuata sulla documentazione preliminare trasmessa dal Comune di #Navelli relativamente ai lavori di adeguamento sismico dell’edificio sede della scuola primaria, la Giunta comunale con deliberazione n. 9 del 23.01.2014 ha provveduto all’approvazione del progetto esecutivo predisposto dall’Arch. Bozzi Alejandro di Teramo per un importo complessivo pari ad € 1.207.370,31, dando atto che, entro i limiti del finanziamento complessivo di € 1.698.055,55 previsto dal Decreto n. 89/2011 del Commissario Delegato per la Ricostruzione per interventi destinati agli edifici sedi della scuola primaria (€ 1.147.587,07) e materna (€ 550.468,48), sarebbe stato nella discrezionalità dell’Amministrazione comunale rimodulare gli importi per le due tipologie di interventi.

Considerato che entrambi gli edifici scolastici di Navelli, subito dopo il #terremoto del 06.04.2009, sono stati già oggetto di importanti interventi di ristrutturazione e #messainsicurezza (con fondi pubblici) da parte del Provveditorato alle Opere Pubbliche con conseguente riutilizzo degli stessi sin dall’anno scolastico 2009-2010, oltre al fatto che l’edificio della #scuola primaria è stato nei primi mesi successivi al sisma anche sede del COM 6 (Centro Operativo Misto), mi rivolgerò, in qualità di capogruppo di minoranza, al Titolare dell’Ufficio Speciale di Fossa Dott. Paolo Esposito, al neo Provveditore alle OO.PP. per il Lazio, Abruzzo e Sardegna Ing. Roberto Linetti, al Capo Dipartimento per lo Sviluppo delle economie territoriali (DiSET) Ing. Aldo Mancurti nonché allo stesso Sindaco di Navelli per chiedere le ragioni della necessità di tali lavori dal momento che entrambi gli edifici dovrebbero già possedere, dopo gli interventi eseguiti nel 2009 dal Provveditorato alle Opere Pubbliche, tutti i requisiti di #sicurezza e di agibilità sismica essendo per giunta quotidianamente fruiti.

scuola primaria navelli#vediamocichiaro

navelli

“Ricostruzione, polemica a Navelli”


L’articolo del quotidiano “Il Centro”:
#Ricostruzione, polemica a #Navelli
- Martedì, 11 Febbraio 2014 -

Pdr articolo il centro navelli#terremoto #Laquila

 

Featured Image -- 6602

Operazione “Magister”


Gaetano Cantalini:

Riporto di seguito la lettera del Prof. Antonio Montepara dell’Università degli Studi di Parma al Sindaco di Navelli pubblicata in data odierna sulla pagina facebook del Comune

Lettera al sindaco di NavelliLettera al sindaco di Navelli

Originally posted on Il Blog di Gaetano Cantalini:

Davvero un bel grattacapo per il professor Antonio Montepara, ex Preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Parma, lo stesso che ha curato il piano di #ricostruzione dei centri storici di #Navelli e della frazione di #Civitaretenga a seguito del #terremoto di #LAquila, pervenuto lo scorso 23 dicembre ad intesa  con l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del #Cratere (USRC) con sede a #Fossa.

Secondo quanto si apprende dagli organi di stampa, al docente dell’Ateneo parmigiano, originario di San Valentino (#Pescara) e laureato in Ingegneria Civile presso l’Università degli Studi di L’Aquila con lode, sarebbero stati posti sotto sequestro dalla Guardia di Finanza, a inizio del mese di giugno scorso, diversi beni immobili tra case e terreni, in #EmiliaRomagna e in #Abruzzo, per un valore di circa 700.000 euro per presunte consulenze illegittime che avrebbero procurato un danno erariale all’Università di #Parma per…

View original 374 altre parole

comune di navelli

#Presaperilculo


Cari concittadini di #Navelli e #Civitaretenga, ma vi siete accorti che parecchie #determinazioni dirigenziali del 2013 non sono state mai pubblicate all’albo pretorio del Comune?

L’art. 32 della legge 69 del 2009 sull’istituzione dell’albo on-line, prevede, in particolare, che gli obblighi di #pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di #pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati nei loro siti informatici. Tra gli atti soggetti a tale forma di pubblicità vi sono le determinazioni dirigenziali, sempre ai sensi dell’articolo 124 del TUEL, tenuto conto dell’interpretazione fornita dal Consiglio di Stato con decisione 15 marzo 2006, n. 1370, secondo cui nel concetto di “deliberazione” devono essere comprese tutte le decisioni dell’Ente indipendentemente dell’organo, collegiale o monocratico, che le ha assunto, anche se non si può sottacere di posizioni diverse della giurisprudenza (cfr ad esempio TAR Veneto 26 marzo 2007, n. 939).

Inoltre, la concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese e l’attribuzione dei corrispettivi e dei compensi a persone, professionisti, imprese ed enti privati e comunque di vantaggi economici di qualunque genere di cui all’articolo 12 della legge 7 agosto 1990, n. 241 ad enti pubblici e privati, sono soggetti alla pubblicità sulla rete internet, ai sensi del presente articolo e secondo il principio di accessibilità totale di cui all’articolo 11 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n.150“. E’ parte dell’art. 18 – Amministrazione aperta del cosiddetto Decreto Sviluppo, approvato il 15 giugno 2012 dal Consiglio dei Ministri. Dunque, gli enti locali sono tenuti a pubblicare le determine, cioè le decisioni dei dirigenti, sull’albo pretorio online. Il provvedimento punta infatti “sulla trasparenza nei rapporti economici tra Pa, imprese e cittadini e introduce una disposizione” (dal titolo significativo «amministrazione aperta») che prevede la pubblicità obbligatoria su internet delle spese superiori a 1.000 euro. In base al decreto sviluppo, quindi, viene aggiunto un ulteriore elemento costitutivo, vale a dire la necessaria pubblicazione sul sito web del comune.   del contenuto delle determine che comportano impegni di spesa e in specifico quelle di liquidazione. Di conseguenza, l’ufficio di ragioneria, prima di emettere il mandato, dovrebbe verificare l’esecuzione di questo adempimento per evitare di incorrere in responsabilità.

#trasparenzazero #presaperilculo

P.S. E scusate il francesismo!

Tabella%20determine%20non%20pubblicate1

Articoli correlati

PilateWashesHands

Ponzio Pilato


 

tares-importi-per-rateizzazioneE’ colpa della minoranza se il Sindaco ha convocato il Consiglio comunale per la #rateizzazione della #Tares soltanto il 29.09.2013, nonostante tutti i chiarimenti sulle modalità di versamento del nuovo #tributo fossero stati già forniti con la risoluzione MEF n. 9/DF del 09.09.2013, tanto più che, in base alla convenzione sottoscritta con l’agente di riscossione #Equitalia, il file del ruolo si sarebbe dovuto inviare almeno 60 giorni prima della scadenza della prima rata? E’ forse la minoranza che ha deciso le scadenze ed il numero delle rate di versamento prevedendo importi diversi per le prime due rate in acconto? Oltre al fatto che sarebbe stato tecnicamente ancora possibile incassare l’acconto Tares nell’anno 2013, anche se in un’unica rata con scadenza il 31.12.2013, se un dirigente comunale può agire di sua iniziativa e, per giunta, con la convinzione di poterlo fare nell’interesse dell’ente, allora il Sindaco e il Consiglio comunale, espressione della sovranità popolare, che ci stanno a fare? A meno che il Sindaco, o chi per lui, informato del problema, anziché assumere i provvedimenti conseguenti, non abbia fatto come Ponzio Pilato, ovvero si sia lavato le mani scaricando in tal modo ogni responsabilità sul dirigente del servizio.

Articoli correlati:

interrogativo

Indennità di funzione


 

Richiesta di chiarimenti al Sindaco di Navelli in merito al pagamento dell’indennità di funzione al Vicesindaco dal momento che per legge tale indennità non sarebbe cumulabile con il gettone di presenza per la partecipazione ai consigli provinciali in qualità di consigliere provinciale.

Articoli correlati:

2014_01_17_giornata-memoria-2014

Il giorno della memoria


 

“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari. E fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei. E stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare.”

  Bertolt Brecht