provincia dell'aquila consiglio

La provincia dell’Aquila torna al centrosinistra


provincia dell'aquila proclamazioneLa Provincia dell’Aquila ha un nuovo presidente: Antonio De Crescentiis, sindaco di Pratola Peligna, candidato del centrosinistra che ha prevalso sul candidato di centrodestra Paolo Federico, vicesindaco di Navelli. De Crescentiis è stato eletto con il 61% dei voti di amministratori e consiglieri uscenti, come da riforma delle Province, mentre Federico si è fermato al 39%.

Il nuovo Consiglio è stato eletto da 1.161 tra sindaci e consiglieri comunali, con voto ponderato: la preferenze dei comuni popolosi hanno valore multiplo rispetto ai voti di quelle con meno residenti. Oltre al presidente sono stati eletti 10 consiglieri che non avranno indennità in quanto si è trattato di elezioni di secondo livello.

Risultano eletti nella lista unica “Progetto provincia” a sostegno di De Crescentiis  Nicola Pisegna Orlando, 8.351 preferenze, già sindaco di Collelongo e vice presidente vicario del Consiglio regionale con Del Turco, Agata Di Meo, 7.013 preferenze, assessore al Comune di Prezza,  Roberta Salvati, 5.908 preferenze, consigliere comunale di Sulmona, Fabrizio D’Alessandro, 5.367 preferenze, consigliere provinciale uscente, Gianclemente Berardini, 5.277 preferenze, sindaco di Gioia dei Marsi, ed, infine, con 5.031 preferenze, Emilio Cipollone di Avezzano, assessore provinciale al Turismo uscente, eletto con il centrodestra nell’Udc, poi passato a Scelta civica e ora al centrosinistra.

Per la lista di Forza Italia “Progetto Provincia” eletto il candidato presidente Paolo Federico, presente anche nella lista dei consiglieri, 8.282 preferenze, il capogruppo forzista alla Provincia uscente Gianluca Alfonsi, 6.566 preferenze,  e l’assessore di Trasacco Americo Montanaro, 4.107 preferenze. Per la lista “I moderati di centrodestra per il Territorio” del Nuovo Centro Destra, resta in Consiglio Felicia Mazzocchi, consigliere provinciale Ncd uscente, 3.879 preferenze.

I voti di lista sono stati 50.336 per quella vincente “Insieme per Cambiare”, 21.998 per “Progetto Provincia” e 8.678 per “I moderati di centrodestra per il Territorio. Esce di scena il presidente uscente Antonio De Corvo, risultato primo dei non eletti di “Progetto Provincia”. Gli altri non eletti della lista di Forza Italia sono Elio Camilli, Giampiero Verna, Aurelio Marrama, Luigi La Civita, Bruno Ranati ed Ulderico Di Carlo. Primo dei non eletti della lista di centrosinistra Fabio Camilli mentre gli altri che non rientrano in consiglio sono Antonio Di Paolo, Mauro Di Ciccio e Gianni Padovani. Primo dei non eletti della lista del Nuovo Centrodestra Leonardo Gattuso, gli altri che restano fuori sono il sindaco uscente di Castel di Sangro Umberto Murolo, Francesco Del Pinto e Filippo Santilli.

ConsiglieriEletti

Articoli correlati:

Quel borgo nudo al vento


…era la vita nella sua luce più attuale: osso dell’esistenza quotidiana, pura, per essere fin troppo prossima, assoluta per essere fin troppo umana.
– Pier Paolo Pasolini –

Palazzo Santucci

Torna “Naturale”


 

NaturaleLa prima fiera del vino artigianale in Abruzzo che vedrà anche quest’anno la partecipazione di oltre 50 produttori provenienti dall’Italia, dalla Slovenia, dalla Francia e dalla Germania. Grandi ospiti di quest’anno sono  Sandro Sangiorgi, tra i fondatori dell’associazione Arcigola, divenuta in seguito Movimento Slowfood e fondatore, nel 2000, del progetto Porthos, e Nicolas Joly, viticoltore francese e figura di riferimento dell’agricoltura biodinamica e produttore della Coulée de Serrant, uno dei vini più celebri al mondo.
Naturaleè un viaggio nel mondo del vino, fatto di assaggi liberi, degustazioni guidate e conferenze che avrà luogo nei giorni 9, 10 e 11 maggio 2015 sempre nella suggestiva cornice di Palazzo Santucci a Navelli (AQ). Un evento organizzato dall’associazione culturale DinamicheBio, con la collaborazione del wine writer Emanuele Giannone e di Pierluigi Massari della Cantina JuBoss dell’Aquila.
#‎Naturale2015

Il programma della manifestazione

Sabato 9 maggio

ore 15.45Sandro Sangiorgi
“La sensorialità? Una questione privata” – Seminario con degustazione
Essendo i posti limitati occorre la prenotazione. Il costo di partecipazione è di 35 euro.

ore 18.00Nicolas Joly
“La Biodinamica e verità nel gusto” – Seminario con degustazione di vini triple a velier da agricoltura biodinamica
Essendo i posti limitati occorre la prenotazione. Il costo di partecipazione è di 35 euro.

Domenica 10 maggio

ore 10.00Nicolas Joly
“I fondamenti della Biodinamica per far a meno della chimica enologica” presso chiostro dell’ex Convento di Sant’Antonio a Civitaretenga
Ingresso esclusivamente su invito

Ore 12.30Sandro Sangiorgi
“Il vino e i materiali: una seconda nascita” – Seminario con degustazione di vini Montepulciano D’Abruzzo 2012 delle aziende partecipanti al salone
Essendo i posti limitati occorre la prenotazione. Il costo di partecipazione è di 35 euro.

Ore 15.00Presentazione del libro
“Dove comincia l’Abruzzo. Due terranauti in autobus tra saperi e gusto” con gli autori Maurizio Silveri e Paolo Merlini
Ingresso gratuito con necessità di prenotazione

Orario di apertura
Sabato 9 e Domenica 10: ore 12,00-20,00
Lunedì 11: ore 10,00-16,00
Costo d’ingresso
1 giorno: 15 euro
2 giorni: 20 euro
Condizioni speciali
soci AIS, ONAV, FISAR: 10 euro
studenti istituti agrari e facoltà di agraria: 5 euro
operatori del settore e giornalisti: ingresso gratuito
(è necessario presentare un tesserino/documento attestante la propria situazione)
Info e prenotazioni sul sito http://www.dinamichebio.it/naturale/ 

gasdotto

Alle battute finali


Centrale Snam: la presidenza del consiglio convoca un incontro a Roma per il prossimo giovedì 30 aprile. Per i Comitati cittadini per l’ambiente di Sulmona siamo ormai all’anticamera dell’autorizzazione. Il Presidente D’Alfonso partecipi personalmente e contesti su tutta la linea la posizione autoritaria del Governo.

Snam

Centrale Snam ultimo atto? La presidenza del Consiglio dei Ministri ha convocato per giovedì 30 aprile a Roma un incontro sulla centrale di compressione Snam al quale sono stati invitati, oltre ai competenti Ministeri, la Regione Abruzzo e il Comune di Sulmona.

Sulla natura di questo incontro non ci facciamo nessuna illusione. Per il Governo è il disbrigo di una formalità, prima di emettere il provvedimento autorizzativo per la costruzione della centrale in località Case Pente di Sulmona.

A gestire la fase finale di una vicenda che dura da oltre sette anni sarà Claudio De Vincenti, che passerà a se stesso l’incartamento della Snam. Egli, infatti, nel frattempo è stato promosso sul campo: da Vice Ministro dello Sviluppo Economico a Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. De  Vincenti è da sempre uno dei più accesi sostenitori del progetto della Snam, al punto che, nel rispondere alle interpellanze parlamentari, non disdegna di sposare pienamente le tesi della multinazionale. L’ultimo esempio è la risposta alla senatrice Enza Blundo del M5S.

Al Governatore Luciano D’Alfonso chiediamo di “metterci la faccia” e di non continuare a defilarsi come ha fatto finora. Nell’ assemblea del 22 settembre dello scorso anno al Cinema Pacifico di Sulmona D’Alfonso dichiarò che la Regione non sarebbe stata  “il cameriere dello Stato”, ma l’impegno del Presidente durò poco, fino al primo ottobre, quando ebbe un duro confronto proprio con De Vincenti. Da allora di D’Alfonso, sulla questione Snam, si sono perse le tracce. Pertanto auspichiamo:

  1. Che il Presidente D’Alfonso intervenga personalmente all’incontro del 30 aprile e non continui a delegare al solo Assessore Mazzocca la gestione di un problema che richiede il  coinvolgimento della Regione al massimo livello;
  2. Che la Regione non si limiti a ribadire le motivazioni di contrarietà all’opera, attraverso il “no” all’intesa con lo Stato, ma contesti su tutta la linea il carattere autoritario e prevaricatore della posizione del Governo;
  3. Che  la Regione esiga che nessuna decisione venga assunta  in merito alla sola centrale di compressione, stante l’arbitraria suddivisione in due parti dell’iter autorizzativo: metanodotto e centrale costituiscono infatti, come da progetto Snam, un’opera unitaria;
  4. Che la Regione si batta affinchè venga sospesa ogni decisione di merito alla luce delle tante anomalie riscontrate (mancanza della Valutazione Ambientale  Strategica (VAS); suddivisione in cinque V.I.A. separate anzichè V.I.A. unica; conflitti d’interessi di molti componenti della Commissione nazionale VIA , come denunciato alla Camera dal M5S), nonché della insufficienza degli studi sulla sismicità e delle misure di sicurezza (come dimostra l’esplosione di Mutignano di Pineto).
  5. Che la Regione esiga dal Governo il pieno rispetto della volontà delle istituzioni democratiche, dando attuazione, in particolare, a quanto deciso dalla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, attraverso l’istituzione di una apposita commissione bilaterale che, nell’arco di 6 mesi, elabori soluzioni alternative sia per la centrale che per il metanodotto.

L’imposizione da parte del Governo di un’opera così devastante sarebbe un inammissibile atto di violenza! I Parlamentari, i Sindaci e la politica mettano in atto ogni iniziativa per impedire un tale scempio del territorio e della democrazia!

Sulmona, 27 aprile 2015

Comitati cittadini per l’ambiente

Info: Mario 3339698792 – Antonio 3407066402 – Giovanna 3284776001
Email: sulmonambiente@gmail.comhttps://sulmonambiente.wordpress.com/

Leggi gli articoli correlati qui

consiglio-comunale

Navelli, convocazione consiglio comunale


 

images_jpg-NE’ stato convocato in seduta ordinaria, nella sala polifunzionale “G. Santucci”, in prima convocazione, per le ore 18,30 del giorno giovedì 30 aprile 2015, ed in seconda convocazione per le ore 18.30 del giorno lunedì 4 maggio 2015, il Consiglio comunale per trattare gli argomenti di cui al seguente

ORDINE DEL GIORNO:

  1. Approvazione dei verbali della seduta precedente del 20.03.2015.
  2. Approvazione del rendiconto di gestione relativo all’esercizio finanziario 2014.
sarra silvio salvatore

La “Nuova Primavera” a Civitaretenga


La Fondazione Silvio Salvatore Sarra, intitolata alla figura di colui che rilanciò lo zafferano dell’Aquila, ha organizzato per domani 25 aprile la giornata della “Nuova Primavera” a Civitaretenga, nella frazione del Comune di Navelli.

La giornata avra’ inizio alle ore 16.30 con la S. Messa celebrata dal parroco Don Massimiliano De Simone presso la chiesa tratturale della Madonna delle Grazie situata lungo la statale 17 nei pressi di Civitarenga, recentemente restaurata.

A seguire, la presidente della Fondazione, Giovannina Sarra, presenterà la biografia con cui la Fondazione intende omaggiare la figura dell’illustre fratello, Silvio Salvatore Sarra, alla presenza del sindaco di Navelli Paola Di Iorio e del presidente della Coop. Altopiano di Navelli, Valentino Di Marzio, cooperativa creata proprio da Silvio negli anni Settanta per rilanciare la coltivazione dello zafferano nell’aquilano ed in particolare nella Piana di Navelli.

La manifestazione si concludera’ alle ore 18.00 con il “Concerto di primavera” de Le Cantrici di Euterpe, insieme vocale aquilano attivo da oltre venti anni nello studio e nell’esecuzione di musica antica, con l’esecuzione dal titolo “Donna de’ Paradiso – la devozione mariana nell’Europa mediterranea”.

A fine concerto rinfresco aperitivo per tutti gli intervenuti.

Articoli correlati:

  1. Vivi il tratturo
  2. A Civitaretenga, “Vivi il tratturo da vicino, di sopra, di sotto” 2013
  3. Vivi il tratturo 2014

elezioni provinciali l'aquila

“Insieme per cambiare”


insieme per cambiareE’ stata presentata lunedì scorso presso la sala conferenze dell’Hotel Castello di L’Aquila la lista del centrosinistra per il rinnovo del consiglio provinciale denominata “Insieme per Cambiare” che sostiene la candidatura a presidente della Provincia di Antonio De Crescentiis, sindaco di Pratola Peligna.

La lista dei candidati consiglieri è composta da Gianclemente Bernardini, Fabio Camilli, Emilio Cipollone, Fabrizio D’Alessandro, Mauro Di Ciccio, Agata Di Meo, Antonio Di Paolo, Gianni Padovani, Nicola Pisegna Orlando, Roberta Salvati.

elezioni provinciali l'aquila lista centrosinistra“La nostra lista racchiude in sé l’esperienza ed il lavoro di tanti amministratori. E’ l’espressione di un progetto politico per il nostro territorio che vuole cambiare la nostra Provincia prevedendo un programma comune di crescita e di sviluppo costruito sul confronto e sulla collaborazione di tutti i comuni. Grande apprezzamento è già stato dimostrato a questo progetto amministrativo dal sostegno espresso dalla stragrande maggioranza degli amministratori e dei sindaci della Provincia dell’Aquila. Una grande sfida: amministrare un’ Ente che si avvia verso una profonda trasformazione costruendo nuove opportunita’ per i nostri comuni ed evitando per il futuro le troppe occasioni perse”.

Siamo certi – ha dichiarato il candidato presidente – che ci siano tutte le condizioni per giungere ad un’affermazione della nostra squadra per poi affrontare i vari problemi e risolverli per quanto possibile”. 

Alla presentazione della lista ieri ha preso parte anche la senatrice Stefania Pezzopane, ex presidente della Provincia dell’Aquila, e il sindaco di Avezzano, Gianni Di Pangrazio

 “mettiamo in campo la nostra esperienza per governare al meglio”

#‎cambiaverso

il guerriero della luce

Il tempo


 

clessidraIl guerriero della luce non dimentica mai il vecchio detto: “il buon capretto non strepita”.
Le ingiustizie accadono. Tutti sono coinvolti in situazioni che non meritano, generalmente quando non possono difendersi. Molte volte la sconfitta bussa alla porta del guerriero. In quei momenti, egli rimane in silenzio. Non spreca energia con le parole, perché le parole non possono fare niente. E’ meglio usare le forze per resistere e pazientare, sapendo che qualcuno sta guardando. Qualcuno che ha visto l’ingiusta sofferenza, e non vi si rassegna. Questo qualcuno da al guerriero ciò di cui ha bisogno: il tempo.

dal “Manuale del guerriero della luce” di Paulo Coelho

 

corona-di-fiori-in-mare

“Mare nostro che non sei nei cieli”


La preghiera laica dello scrittore Erri De Luca a Piazzapulita (la7)
per le vittime del naufragio nel canale di Sicilia

 

«Mare nostro che non sei nei cieli
e abbracci i confini dell’isola e del mondo
sia benedetto il tuo sale
e sia benedetto il tuo fondale
accogli le gremite imbarcazioni
senza una strada sopra le tue onde
i pescatori usciti nella notte
le loro reti tra le tue creature
che tornano al mattino
con la pesca dei naufraghi salvati.
Mare nostro che non sei nei cieli
all’alba sei colore del frumento
al tramonto dell’uva di vendemmia,
ti abbiamo seminato di annegati
più di qualunque età delle tempeste.

Mare nostro che non sei nei cieli
tu sei più giusto della terra ferma
pure quando sollevi onde a muraglia
poi le riabbassi a tappeto
custodisci le vite, le visite cadute
come foglie sul viale
fai da autunno per loro
da carezza, da abbraccio, da bacio in fronte
di padre e di madre prima di partire»

La banca dello zafferano

La banca dello zafferano


locandina manifestazione zafferanoDomani 18 aprile a partire dalle ore 10 presso ‪#‎SanPiodelleCamere‬ (‪#‎Laquila‬) convegno “La coltivazione dello ‪#‎zafferano‬ dalla tradizione al futuro” organizzato dalla associazione “Le vie dello zafferano” con la partecipazione dello chef stellato Zonfa William, ambasciatore dello zafferano dell’Aquila nel mondo.

⇐ la locandina

Di seguito il video della presentazione della “Banca dello zafferano”

#paolostaiserenooooooooo!!!

#paolostaiserenooooooooo!!!


Del Corvo su elezioni provinciali L’Aquila: ‘Dispiaciuto per divisione centrodestra’

provincia

L’Aquila. Desidero ringraziare la lista Progetto Provincia per aver accolto la mia candidatura a consigliere e approfitto per augurare buona fortuna a tutti i candidati per questa nuova avventura – ha dichiarato il presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio Del Corvo – al contempo, mi è dispiaciuto constatare che c’è stato chi ha preferito accontentarsi di una mezza lista, così da dividere di nuovo il centrodestra, con la conseguenza di regalare un consigliere in più alla sinistra e offrire un percorso senza ostacoli ai nostri avversari politici.

Credevamo in una condivisione e in un impegno maggiori anche e soprattutto da chi ha vissuto in primo piano, in questi cinque anni, le attività svolte dalla nostra amministrazione.

In ogni caso, spero che, nella folle logica della riforma Delrio e chiunque sia il successore che governerà la Provincia dell’Aquila, ci sia ancora spazio per i servizi e le istanze dei cittadini”.

via Del Corvo su elezioni provinciali L’Aquila: ‘Dispiaciuto per divisione centrodestra’ | CityRumors.it

 

Immediata la replica del consigliere provinciale di Ncd, Felicia Mazzocchi

«Condivido quanto affermato dal Presidente Del Corvo sul fatto che un centrodestra diviso è un regalo alla sinistra, peccato che questo regalo provenga però da Forza Italia che, come tutti sanno, ha rifiutato ogni tipo di accordo nonostante i nostri pubblici appelli!» ha affermato il consigliere.

«Abbiamo notato infatti oltre la ‘calorosa’ accoglienza a Del Corvo, riservata dai suoi nuovi colleghi di partito, soprattutto la gioia di averlo candidato in lista come consigliere e non come candidato presidente, come era doveroso per un uscente. Comunque – conclude la candidata de ‘I moderati di centrodestra per il territorio – auguriamo al nostro Presidente migliori fortune politiche di quelle avute con il nostro gruppo, prima come Pdl poi come Ncd. Ad maiora Antonio”.

#paolostaiserenooooooooo!!!

Articoli correlati:

ue_big

#8giorni


E’ il tempo concesso dal Comune di ‪#‎Navelli‬ ai cittadini dei Paesi dell’Unione Europea che intendono votare in occasione delle prossime ‪#‎elezioni‬ comunali fissate per il giorno 31 maggio 2015. Infatti, per poter esercitare il diritto di voto, i cittadini dell’Unione Europea (ovvero Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria), qualora non fossero già iscritti nelle liste elettorali aggiunte del Comune di residenza, dovranno farne richiesta entro e non oltre il 21 aprile 2015 (termine ultimo e perentorio).

liste elettorali aggiunte navelli

Onna

“Ma visto che siete così potenti, ridateci i nostri cari”


 

“Non c’è stato rispetto per le vittime, mai”

Le parole pronunciate ai microfoni di AbruzzoWeb dal nostro concittadino Aldo Scimia che nel terremoto del 6 aprile 2009 perse la madre.

 

Argomenti correlati:

la primavera navellese

07.04.2015


 La primavera navellese ♦

“Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera„
Pablo Neruda

Fiaccolata in memoria delle vittime del terremoto

Memoria, verità e giustizia


 

Ieri sera alla fiaccolata in memoria delle #vittime del #terremoto di #Laquila
#sestoanniversario #pernondimenticare

#iostoconfederico

#iostoconfederico


 

PROVINCIALI L’AQUILA: FORZA ITALIA SCEGLIERA’ TRA FEDERICO E MARIANI

AVEZZANO – “Le disponibilità a essere candidati come presidente della Provincia dell’Aquila sono due, quella del consigliere provinciale uscente Paolo Federico e del sindaco di Castellafiume, Domenico Mariani, mentre sono numerose le disponibilità a candidato consigliere, tanto che si è discusso se presentare due liste di area”.

Lo annuncia in una nota il segretario organizzativo provinciale dell’Aquila di Forza Italia, Antonio Morgante.

Tutto è nato da un vertice marsicano. “Presso la sala convegni dell’hotel Salviano di Avezzano si è tenuta nella serata di oggi la convention dei sindaci e degli amministratori di Forza Italia della provincia dell’Aquila – spiega – All’ordine del giorno la definizione delle liste e delle candidature a presidente per le prossime elezioni provinciali”.

Tra i presenti, il coordinatore regionale del partito, Nazario Pagano, la senatrice Paola Pelino, la coordinatrice provinciale Antonella Di Nino, il consigliere regionale Emilio Iampieri, e i dirigenti del partito Maurizio Bianchini oltre lo stesso Morgante.

“Come da qualche tempo a questa parte, secondo le lungimiranti direttive del presidente Pagano – l’omaggio di Morgante – Forza Italia ha inteso continuare con il metodo di ascolto degli amministratori senza presentare preventivamente proposte preconfezionate”.

“Ora la palla passa al gruppo di lavoro per le elezioni amministrative 2015, iniziando una corsa contro il tempo che si chiuderà il fine settimana successivo a quello di Pasqua”, conclude.

02 aprile 2015

via PROVINCIALI L’AQUILA: FORZA ITALIA SCEGLIERA’ TRA FEDERICO E MARIANI

Una straordinaria opportunità per il Comune di Navelli e l’intero territorio

centro storico navelli

6 aprile, #sestoanniversario del #terremoto di #Laquila


“C’è una crepa in ogni cosa. Ed è da lì che entra la luce„
  Leonard Cohen

pieghevole_6aprile_comune_Aq2-1

 ♦ Il programma delle varie iniziative a L’Aquila ♦
Vedi a Navelli
Featured Image -- 8972

Alla deriva


Gaetano Cantalini:

Ripristinato nel pomeriggio di ieri il tratto del rivo in dissesto da cui l’inondazione dei giorni scorsi.

Che dite si proseguirà con la ripulitura e messa in sicurezza oppure la prossima volta dobbiamo aspettarci l’allagamento di mezzo paese?

Originally posted on Il Blog di Gaetano Cantalini:

Quanto verificatosi nei giorni scorsi a ‪#‎Navelli‬ è una vicenda particolarmente grave che richiede l’immediata individuazione delle ‪#‎cause‬ e l’accertamento di eventuali ‪#‎responsabilità‬ da parte degli organi competenti anche al fine di stabilire gli interventi necessari per evitare che siffatti eventi catastrofici si ripresentino in futuro con conseguenze che potrebbero essere ben più pesanti. Di certo ciò che è accaduto ha levato la maschera ad una amministrazione inefficiente, incapace di occuparsi del bene pubblico e di tutelare i propri cittadini. Diversamente spieghi il Sindaco cosa l’amministrazione ha fatto per evitare tale disastro soprattutto in termini di ‪#‎controllo‬, ‪#‎vigilanza‬ e ‪#‎prevenzione‬. Spieghi cosa prevede in questi casi il piano comunale di ‪#‎emergenza‬ e protezione civile di cui il Comune sarebbe dotato ma che nessuno ha mai visto. Spieghi come sono stati impiegati i fondi assegnati dalla Regione ‪#‎Abruzzo‬ per interventi di…

View original 25 altre parole

I campi inondati dalle acque

Alla deriva


Quanto verificatosi nei giorni scorsi a ‪#‎Navelli‬ è una vicenda particolarmente grave che richiede l’immediata individuazione delle ‪#‎cause‬ e l’accertamento di eventuali ‪#‎responsabilità‬ da parte degli organi competenti anche al fine di stabilire gli interventi necessari per evitare che siffatti eventi catastrofici si ripresentino in futuro con conseguenze che potrebbero essere ben più pesanti. Di certo ciò che è accaduto ha levato la maschera ad una amministrazione inefficiente, incapace di occuparsi del bene pubblico e di tutelare i propri cittadini. Diversamente spieghi il Sindaco cosa l’amministrazione ha fatto per evitare tale disastro soprattutto in termini di ‪#‎controllo‬, ‪#‎vigilanza‬ e ‪#‎prevenzione‬. Spieghi cosa prevede in questi casi il piano comunale di ‪#‎emergenza‬ e protezione civile di cui il Comune sarebbe dotato ma che nessuno ha mai visto. Spieghi come sono stati impiegati i fondi assegnati dalla Regione ‪#‎Abruzzo‬ per interventi di riduzione del ‪#‎rischioidrogeologico‬. Ora chi paga i ‪#‎danni‬? Chi ripaga i cittadini di tutti i disagi subiti?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leggi gli articoli correlati qui

metanodotto snam

Metanodotto Snam, lo Stato sia arbitro non giocatore


 

LA CONFERENZA DEI SERVIZI VA SOSPESA: MOLTI ASPETTI ESSENZIALI DA CHIARIRE. SI APRA SUBITO IL TAVOLO DI CONFRONTO TRA GOVERNO E ISTITUZIONI CON LO STATO ARBITRO E NON GIOCATORE A FIANCO DELLA SNAM!

Snam_Rete_Gas_BA_PMSPer la Snam quella di ieri, con l’annuncio dello studio sulla sismicità, (del quale sono state mostrate solo alcune anticipazioni), doveva essere l’occasione per fugare  ogni dubbio sui rischi derivanti dall’attraversamento di aree altamente sismiche da parte di mega gasdotto “Rete Adriatica”: una sorta di “asso nella manica” tenuto in serbo per mettere a tacere ogni dissenso. La mossa a sorpresa della multinazionale ha invece prodotto l’effetto contrario poiché i rappresentanti delle Istituzioni locali intervenuti nella Conferenza di Servizi, sono usciti ancora più convinti della insostenibilità di un progetto che sconvolgerebbe i territori dell’Appennino centrale, molto fragili sotto il profilo sismico,  idrogeologico ed ambientale. Peraltro, come ha opportunamente  fatto presente l’assessore regionale Mario Mazzocca, quello commissionato dalla Snam al  politecnico di Milano è uno studio troppo generico e non ancora minimamente formalizzato; uno studio che “non corrisponde a quello che deve essere redatto e che deve partire dai dati della sismicità e microsismicità locale dei singoli territori attraversati”. Concordiamo inoltre con il presidente della Commissione Ambiente e Territorio della Regione Abruzzo, Pierpaolo Pietrucci, che ha evidenziato come lo studio del politecnico di Milano su incarico Snam difetta del requisito della terzietà. Siamo, in sostanza, di fronte ad una operazione chiaramente di parte le cui risultanze, a tutt’oggi parziali e comunque non disponibili, non possono essere prese come verità assolute. E’ necessario che la Regione sia messa nelle condizioni di confrontarsi con la Snam attraverso  un proprio studio e che per questo abbia a disposizione un congruo periodo di tempo, così come lo ha avuto la Snam. Se così non fosse saremmo di fronte ad uno Stato che rinuncia definitivamente a svolgere il proprio ruolo di arbitro per consentire, ad una sola delle parti in campo, libertà di azione penalizzando l’altra. Quanto avvenuto ieri è la riprova che la Conferenza di Servizi non solo va sospesa, ma non doveva neppure essere aperta, stante la carenza di un elemento essenziale, quale appunto gli studi di dettaglio sulla sismicità. Ma c’è di più : ormai è del tutto evidente che il procedimento autorizzativo è inficiato alla base da una incredibile quantità di incongruenze e forzature. Come ha potuto la Commissione nazionale VIA chiudere i propri lavori e rilasciare il parere favorevole  di compatibilità ambientale in mancanza di tali fondamentali studi nel progetto della Snam e derubricarli a semplici “prescrizioni”? E gli studi di dettaglio sulla sismicità relativi alla centrale di compressione, in prossimità della faglia attiva del M.Morrone con le relative cinque condotte da 1 mt. e 20 l’una (quattro di collegamento più quella del Sulmona-Foligno) dove sono? Come è possibile varare un progetto così mastodontico senza la Valutazione Ambientale Strategica? Come si possono giustificare cinque VIA separate anzichè la VIA unica per un’opera di 687 chilometri? Come si può giustificare lo sdoppiamento in due iter autorizzativi separati, uno per la centrale e l’altro per il metanodotto, senza ipotizzare che si sta cercando di imporre prima la centrale per poi non modificare affatto il tracciato del metanodotto? Come si può andare avanti nell’autorizzazione, stante la violazione della normativa sugli usi civici, che sancisce il mutamento di destinazione come condizione essenziale? La conclusione è solo una : a questo punto il governo nazionale si fermi ed apra un confronto a tutto campo con le Regioni e le Istituzioni locali su tutti questi aspetti e sulla ineludibile questione della sicurezza di impianti così pericolosi, balzata drammaticamente alla ribalta con l’esplosione di Mutignano di Pineto del 6 marzo scorso. Il governo convochi senza ulteriori indugi il tavolo  per le alternative di tracciato, al di fuori dell’area appenninica, così come deciso dalla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati. Ci aspettiamo che tutti i rappresentanti istituzionali del territorio, a cominciare dai parlamentari, diano battaglia per conseguire questi obiettivi.

Sulmona, 27 marzo 2015                                                                 

Comitati  cittadini per l’ambiente 

Info: Mario 3339698792 – Antonio 3407066402 – Giovanna 3284776001
Email: sulmonambiente@gmail.comhttps://sulmonambiente.wordpress.com/

Leggi tutti gli articoli correlati qui

 

metanodotto snam navelli

Copia e incolla


Per giustificare la convocazione in seduta urgente del Consiglio comunale per l’espressione del parere sul progetto del ‪#‎metanodotto‬ della ‪#‎Snam‬ Rete Gas tratto Sulmona-Foligno da inviare alla Conferenza di Servizi (indetta dal Ministero dello Sviluppo Economico ed aggiornata alla data del 26 marzo 2015 per la conclusione dei lavori), il Sindaco di ‪#‎Navelli‬ scrive: “D’altra parte, la complessità tecnica della redazione della proposta di deliberazione non ha consentito di procedere in tempo utile alla convocazione straordinaria del Consiglio Comunale”. Poi vai a leggere la proposta di deliberazione e scopri che persino la parte relativa alla descrizione delle “numerose e rilevanti criticità rilevate” è stata interamente copiata dal “Documento di Indirizzo Programmatico” della Regione ‪#‎Abruzzo‬ del 14.02.2015 sottoscritto dai Sindaci dei Comuni interessati dalla realizzazione dell’opera. Come se non bastasse, all’interrogativo posto dal consigliere Giuseppe Troiani in sede di discussione della proposta in Consiglio comunale, ovvero “se la realizzazione del metanodotto violi le disposizioni degli strumenti urbanistici generali del Comune di Navelli”, il Sindaco risponde che “la valutazione di carattere strettamente tecnico spetta alle Autorità Statali” e il Vicesindaco aggiunge che “il territorio del Comune di Navelli verrebbe inciso prevalentemente su aree agricole, e che il parere che il Consiglio comunale è chiamato ad esprimere non è di carattere esclusivamente tecnico”. Essendo la Conferenza di Servizi finalizzata al rilascio della autorizzazione della conformità urbanistica, l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, la dichiarazione di pubblica utilità e l’autorizzazione alla costruzione e all’esercizio del metanodotto, bisognava, invece, esprimere innanzitutto un parere tecnico di competenza sulla conformità urbanistica dell’opera rispetto al proprio strumento urbanistico, ai sensi dell’art. 52 quater del D.P.R. n. 327/01, verificabile mediante una semplice sovrapposizione planimetrica del tracciato (previsto tra l’altro contiguo al #metanodotto Chieti-Rieti) con il vigente (ed alquanto discutibile) PRG che avrebbe mostrato l’attraversamento da parte del ‪#‎gasdotto‬ non soltanto di aree agricole ma anche di zone archeologiche e di rispetto ambientale senza contare la vicinanza soltanto di qualche metro dalle abitazioni, beni storici ed attività produttive.

a Navelli (AQ)

Leggi tutti gli articoli correlati qui

scuola primaria navelli

Lavori supplementari


«Forse dal tuo mondo al di fuori della realtà non ti sei accorto che le nostre scuole sono state tutte messe in sicurezza dopo il sisma da parte del Prov. Opere Pubbliche su progetti del Comune di Navelli. Se poi ti riferisci alla costruzione di nuove scuole ti chiedo: per mandarci chi? i tuoi figli? Buona giornata».
Fu questa la risposta inviatami via SMS da un autorevole esponente dell’Amministrazione comunale il 7 giugno del 2011 ad un mio articolo dove facevo notare, all’indomani della pubblicazione del decreto n. 61 del Commissario Delegato per la Ricostruzione, col quale venne varato il piano “Scuole d’Abruzzo – Il futuro in sicurezza”, l’assenza delle ‪#‎scuole‬ di ‪#‎Navelli‬ tra gli interventi previsti in materia di edilizia scolastica (art. 4, comma 4, D.Lgs. 37/2009).
E, infatti, a distanza di qualche mese, esattamente con nota prot. n. 3509 del 03.11.2011, il Comune richiese ed ottenne l’inserimento delle proprie scuole nel suddetto piano per la messa in sicurezza e la ‪#‎ricostruzione‬ degli edifici scolastici della Regione ‪#‎Abruzzo‬ danneggiati dal ‪#‎terremoto‬ del 6 aprile 2009 (vedasi decreto commissariale n. 89 che apportò modifiche ed integrazioni al decreto n. 61 del 17 maggio 2011).

#‎scuolesupersicure‬  ‪#‎scuoleabruzzo

Leggi tutti gli articoli correlati qui

Featured Image -- 8862

Rimborso libri di testo


Gaetano Cantalini:

REPETITA IUVANT. Pubblicato dal Comune di ‪#‎Navelli‬ l’avviso per la presentazione domande di ‪#‎rimborso‬ libri di testo anno scolastico 2014/2015 dopo la mia segnalazione di qualche giorno fa.

avviso rimborso libri di testo navelli

AVVISO
MODULO ISTANZA

Originally posted on Il Blog di Gaetano Cantalini:

libriLa Regione #Abruzzo, con delibera n.776 del 26.11.2014, ha provveduto, anche quest’anno, al riparto tra i Comuni dei fondi assegnati ai sensi del Decreto Direttoriale del 14.07.2014, n. 589 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per gli alunni della #scuola secondaria di primo e secondo grado, per l’anno scolastico 2014/2015, con indicatore ISEE del proprio nucleo familiare non superiore a € 15.493,71 (calcolato in base ai nuovi parametri di calcolo previsti dal D.P.C.M. 05.12.2013, n. 159). E anche questa volta, come potete vedere, le risorse assegnate al Comune di #Navelli ammontano a zero. Può darsi che non ci sia mai neppure un ragazzo avente diritto al #rimborso delle spese sostenute per l’acquisto dei libri di testo? L’Amministrazione comunale informa di questa opportunità le famiglie mediante la pubblicazione di un bando?

rimborso libri di testo navelli

#dirittoallostudio

View original