L'unica battaglia persa è quella che non si combatte

Il metanodotto e la centrale valgono più della vita umana?

Con una recente sentenza (n. 249 del 4.10.16, pubblicata nei giorni scorsi) la Corte Costituzionale ha bocciato la legge della Regione Abruzzo dell’8 giugno 2015 che, al fine di garantire l’incolumità pubblica, stabiliva maggiori distanze… Altro

Potenziamento UTR

UTR CaporcianoProposta di richiesta al Governo, a ciascun parlamentare abruzzese ed a tutti gli organismi preposti alla gestione della ricostruzione del cratere di potenziamento degli uffici territoriali per la ricostruzione (UTR) con l’assunzione di altre unità lavorative nonché la possibilità di poter sostituire immediatamente i dipendenti che vincono un concorso in un altro ente pubblico e sono ancora in prova prima della nuova assunzione, che vanno in maternità o che ottengono il trasferimento per ricongiungimento familiare, colmando così la carenza di organico che causa inevitabilmente insostenibili ritardi, ormai non più tollerabili, nell’approvazione dei progetti.

 

Leggi le altre proposte al Comune di Navelli qui

Sì all’amore. No alla violenza.

E ripetevi tutto questo con quell’aria da padrone
convincendomi a pensare che io avevo torto
e tu ragione
ma lo sai alla fine che l’amore
se lo tieni chiuso a chiave guarda altrove

Cari politici…

se ci siete battete un colpo.

imageMentre la nostra classe politica, quasi al completo continua a tacere, la stampa nazionale torna ad occuparsi del mega gasdotto e della centrale della Snam.

Dopo l’articolo del 15 novembre, “Il Fatto quotidiano” torna oggi sull’argomento dedicandovi due intere pagine.

Significativo il richiamo di prima pagina: “Il gasdotto dentro il terremoto, viaggio lungo il tracciato dell’opera “strategica” della Snam, che passerà sotto alle faglie e ai borghi devastati dal sisma”.

il-fatto-quotidiano-aNon abbiamo segnali di iniziative volte a dimostrare che si intende affrontare la questione proprio sul piano politico. Quando si convocherà un’assemblea con il Sindaco del Comune di Sulmona, Annamaria Casini, con i Sindaci del territorio, il Presidente della Provincia Antonio De Crescentis, l’Assessore alle aree interne Andrea Gerosolimo, il Sottosegretario della Regione Abruzzo Mario Mazzocca e il Presidente D’Alfonso, dalla quale far scaturire un documento unitario con la richiesta di un incontro urgente con Renzi? L’unico politico della classe dirigente deciso a rompere l’”assordante silenzio” sulla questione Snam è Pierpaolo Pietrucci, consigliere regionale del PD e Presidente della Commissione Territorio della Regione Abruzzo. Agli altri diciamo: se ci siete battete un colpo.

Gli Scout di Sulmona, con il loro impegno e la loro mobilitazione in difesa del nostro territorio, dimostrano di essere più avanti e più incisivi dei nostri rappresentanti istituzionali, che si limitano a votare degli atti formali senza poi dare ad essi alcun seguito.

il-fatto-quotidiano-bIl gasdotto “Rete Adriatica” è la continuazione del TAP (Trans Adriatic Pipeline) proveniente dall’Azerbajian, un Paese ben noto per la violazione dei valori democratici e dei diritti umani. Al centro della puntata di questa sera di “Report” ci sarà l’inchiesta della Procura di Milano, che ha aperto un fascicolo per corruzione e riciclaggio.

Sulmona, 21 novembre 2016

Comitati cittadini per l’ambiente

 Leggi gli articoli correlati qui

Assemblea pubblica

Assemblea Pubblica per l'ospedale di Popoli

Il Movimento “AVANTI TUTTA – INDIETRO NON SI TORNA” invita i cittadini e i sindaci della Val Pescara, Valle Peligna, Valle Subequana e dell’Altopiano di Navelli
all’ASSEMBLEA PUBBLICA
per la presentazione della proposta per la
SALVAGUARDIA dell’OSPEDALE DI POPOLI
che si terrà il giorno MERCOLEDI’ 23 NOVEMBRE 2016
ORE 16.30 presso il SIDE DI POPOLI.
NON MANCATE!

Questo slideshow richiede JavaScript.

La “questione Snam” ancora sulla stampa nazionale

LA STAMPA NAZIONALE SI INTERESSA ALLA QUESTIONE SNAM: E LA CLASSE POLITICA?

Articolo de Il Fatto QuotidianoLa “questione Snam” approda ancora una volta sulla stampa a livello nazionale: dopo l’art. di Gian Antonio Stella sul magazine “Sette” del Corriere della Sera del 2 settembre scorso, oggi è presente su un ampio articolo pubblicato da “Il Fatto Quotidiano”.

Il giornale richiama l’articolo in prima pagina con un titolo abbastanza eloquente: “Snam, ecco il mega-gasdotto sulla faglia sismica di Amatrice & C” e pubblica  una cartina  in cui si evidenzia che il grande tubo della Snam verrebbe posizionato proprio lungo le aree con maggiore criticità: “sovrapponete le mappe, quelle del massimo rischio sismico dell’Italia centrale e quella del futuro gasdotto Rete Adriatica, coincidono perfettamente”… Sulla cartina sono riportati i nomi delle località devastate dai violenti terremoti susseguitisi dal 2009 fino ad oggi: Onna, L’Aquila, Amatrice, Norcia, Visso.

Nell’articolo si richiama anche la risoluzione votata alla unanimità nel 2011,  con cui  si impegna il Governo a “disporre la modifica del tracciato” escludendo comunque la fascia appenninica propria a causa dell’ “elevato pericolo per la sicurezza dei cittadini dovuto al rischio sismico”. Una risoluzione purtroppo profetica, alla luce di tutto ciò che è successo nell’Appennino centrale dal 24 agosto scorso ad oggi,  ma completamente ignorata dai Governi che nel frattempo si sono succeduti

Mentre il problema del metanodotto e della centrale Snam a Sulmona viene portato all’attenzione dei cittadini italiani, non possiamo non chiederci: dove sono coloro che ci rappresentano nelle istituzioni nazionali, regionali e locali? Non hanno nulla da dire? Intendono continuare a mantenere la consegna del silenzio, come è avvenuto nel convegno di Sulmona di venerdì scorso?

Sulmona, 15/11/2016

Comitati cittadini per l’ambiente

il-fatto-quotidiano-pag-14

La faglia del #sisma di #Amatrice a 360 gradi. Video #INGV

Una visione a 360 gradi dell’estremità settentrionale della faglia che ha generato il terremoto di Amatrice del 24 agosto scorso. Sono le immagini riprese il 12 settembre 2016 da un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) in prossimità della cima del Monte Vettore. A mostrare la lunga traccia della faglia, già individuata durante i rilievi sul posto, le immagini acquisite dall’alto a bordo di un elicottero mediante un apparato basato su una suite di 6 telecamere. Il sistema, tecnologicamente avanzato, è stato messo a punto dagli specialisti del Laboratorio di Aerogeofisica dell’INGV. Questa nuova applicazione consente di acquisire migliaia di immagini che poi vengono proiettate su di una sfera. Il video mostra per la prima volta la faglia nella sua interezza, mettendo anche in evidenza i detriti e i frammenti di roccia sbriciolata, di colore più chiaro, ad essa associati. “Questi dati vengono utilizzati anche per ricostruire il modello digitale del terreno”, spiega Massimo Chiappini, responsabile del Laboratorio di Aerogeofisica dell’INGV. “Per caratterizzare il territorio e per mitigare i rischi naturali e ambientali, infatti,” prosegue Chiappini “ “impieghiamo numerose tecnologie da elicottero. La novità è che questa applicazione non era mai stata utilizzata prima per eventi sismici”. Durante la visione del video, è possibile visionare la faglia da tutti i punti di vista, con un semplice movimento di mouse. Per la riproduzione su smartphone o tablet, basta ruotare il dispositivo per cambiare il punto di osservazione.

Video realizzato dal Laboratorio di Geofisica dell’INGV.
Autori: Roberto Carluccio, Stefano Chiappini, Francesca D’Ajello Caracciolo, Alfio Messina, Adriano Nardi, Iacopo Nicolosi e Massimo Chiappini

Terremoto Centro Italia, richiesta di sopralluogo

Come richiedere il sopralluogo presso abitazioni private
Il Comune di Navelli informa ∼

infoI cittadini che intendono richiedere un sopralluogo per verificare eventuali danni procurati alle abitazioni private dagli eventi sismici del 26 e 30 ottobre u.s. possono presentare domanda di verifica direttamente al Comune compilando il modulo allegato alle “Indicazioni operative per il censimento danni”, pubblicate sul sito del Dipartimento della Protezione Civile, ovvero il Modello IPP “Istanza di sopralluogo per edifici/opere pubbliche, privati”, disponibile presso gli uffici comunali.

ORA E SENZA NESSUN INDUGIO!

TERREMOTO: SNAM E GOVERNO METTANO LA PAROLA FINE AL MEGAGASDOTTO APPENNINICO

gasdotto-rete-adriaticaL’Appennino centrale continua a tremare con effetti devastanti su popolazioni ormai allo stremo. I sismologi sostengono che, quanto accaduto il 24 agosto, il 26 ottobre e dopo la scossa di ieri, faccia supporre che siamo di fronte a tre terremoti distinti, i quali hanno prodotto un susseguirsi di attivazione di faglie e sciame sismico con magnitudo elevata, apertura del terreno e dislocazione del piano di campagna: un “contagio sismico” con un effetto domino molto preoccupante secondo il CNR (Centro Nazionale delle Ricerche). I sismologi spiegano che è l’intero sistema di faglie dell’Appennino che si sta muovendo, vale a dire che Amatrice è “figlia” dell’Aquila e i due ultimi eventi sismici sono “figli” di Amatrice. Di fronte a quello che sta succedendo siamo costretti a gridare forte : la Snam e il Governo Renzi chiudano una volta per tutte la vicenda del supergasdotto lungo l’Appennino. Insistere con un’opera tanto  pericolosa, in territori così pesantemente colpiti dalla  sequenza di terremoti che dal 1997 ad oggi stanno devastando l’Appennino centrale, è una follia. Queste zone terremotate, le cui popolazioni stanno vivendo ore drammatiche tra crolli e macerie, sono le stesse che dovrebbero essere attraversate dal megagasdotto: Norcia, Visso, Preci, Cascia, Serravalle del Chienti…,sono esattamente alcuni dei Comuni sul cui territorio la Snam insiste nel far passare il metanodotto “Rete Adriatica” di 687 km. E’ impressionante constatare come, sovrapponendo il tracciato del grande gasdotto con la mappa della pericolosità sismica del centro Italia, molti dei Comuni attraversati dalla infrastruttura Snam, sono altrettanti epicentri, o località vicinissime ad essi, dei disastrosi sismi degli ultimissimi anni: quello del 2009 a l’Aquila, quello di due mesi fa ad Amatrice e i due recentissimi terremoti di questi giorni. Ha senso perseverare in una ostinata decisione di imporre una infrastruttura che dovrebbe attraversare tutta la dorsale appenninica così critica sotto il profilo geologico e che sta manifestando, in questi ultimi anni, mesi e giorni, tutta la sua forza distruttrice? Le faglie non hanno ancora smesso di muoversi, dicono i sismologi e, in questo contesto, Sulmona e la Valle Peligna, dove oltre al gasdotto la Snam vuole insediare anche la centrale di compressione, dovrebbero stare tranquille?  Gli esperti non si stancano di ricordarci che il nostro problema è la faglia del Morrone, “silente” da oltre 1900 anni, ma che potrebbe attivarsi in ogni momento con un terremoto che potrebbe raggiungere una magnitudo di 6.5. Le rassicurazioni che sistematicamente vengono date, non tranquillizzano affatto i cittadini: il rischio per l’incolumità delle persone esiste data l’elevata sismicità delle zone attraversate e lo ha esplicitato in modo chiaro e inequivocabile la Commissione Ambiente della Camera dei Deputati nella risoluzione unanime del 26 ottobre 2011, con la quale impegnava il Governo alla modifica del tracciato. Non è ammissibile che gli interessi della multinazionale del gas possano prevalere sul diritto dei cittadini a veder tutelata la propria sicurezza  e la propria salute. E’ di qualche giorno fa la pubblicazione del decreto che accelera i tempi per le grandi opere e che entrerà in vigore il prossimo 11 novembre. Nessuna opera cosiddetta “ strategica”, può essere anteposta alla incolumità delle persone!

I nostri rappresentanti istituzionali ai vari livelli, dietro la spinta del movimento dei cittadini, hanno espresso la loro contrarietà all’opera, ma si sono fermati all’approvazione di meri atti amministrativi, senza mettere in campo nessuna efficace iniziativa nei confronti del Governo. Considerata la forte preoccupazione esistente nella nostra popolazione per quello che potrebbe accadere se l’opera venisse a breve autorizzata, auspichiamo un immediato ed incisivo intervento da parte del Sindaco di Sulmona e degli altri Sindaci del territorio, del Presidente della Provincia, della Regione e dei Parlamentari. ORA E SENZA NESSUN INDUGIO! Il governatore Luciano D’Alfonso. insieme ai governatori dell’Umbria, delle Marche e del Lazio, chiedano al Presidente del Consiglio Renzi di fermare ogni procedura autorizzativa  rispetto al gasdotto e alla centrale e di dare attuazione alla decisione, finora disattesa, del Parlamento italiano attraverso la risoluzione dell’ottobre 2011 e ribadita nel dicembre dello scorso anno : l’attivazione di un tavolo tecnico-istituzionale al fine di individuare una soluzione alternativa, al di fuori della dorsale appenninica.

Sulmona, 31 ottobre 2016

Comitati cittadini per l’ambiente

Email: sulmonambiente@gmail.com
http://sulmonambientewordpress.com/
https://www.facebook.com/pages/Comitato-Ambiente-Sulmona/163437587047697

Articoli correlati

#Navelli, convocazione #consigliocomunale

comune navelli stemmaE’ stato convocato in seduta straordinaria, nella sala polifunzionale “G. Santucci”, in prima convocazione, per le ore 18.30 del giorno giovedì 27 ottobre 2016 ed, in seconda convocazione, per le ore 18.30 del giorno venerdì 28 ottobre 2016, il Consiglio comunale per trattare gli argomenti di cui al seguente

ORDINE DEL GIORNO:

  1. Ratifica deliberazione di G.C. n. 60 del 08.09.2016 avente ad oggetto “Variazione al Bilancio di Previsione Finanziario 2016/2018 (art. 175, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000)”
  2. Aggiornamento Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile

Articoli correlati:

Domani a #Navelli convegno sullo #zafferano di #Laquila DOP

Consorzio per la Tutela dello Zafferano dell'Aquila DOPSi moltiplicano le iniziative legate al nostro zafferano in questi giorni di raccolta dei fiori: il 24 e 25 ottobre p.v. il nostro Consorzio, nell’ambito del progetto “l’Oro d’Abruzzo”, avrà il piacere e l’onore di ricambiare la calorosa ospitalità del Consorzio di tutela del Radicchio Rosso Di Treviso IGP e Radicchio Variegato di Castelfranco IGP, con una manifestazione che metterà al centro il nostro territorio ed il suo e nostro prodotto di punta, lo Zafferano dell’Aquila DOP.

Il clou dell’evento sarà l’incontro aperto al pubblico dal titolo “lo Zafferano dell’Aquila DOP come motore dello sviluppo del territorio”, che si terrà presso Palazzo Santucci a Navelli il giorno 25 ottobre alle ore 17, cui seguirà un breve aperitivo, alla presenza delle maggiori cariche istituzionali regionali e provinciali, cui tutti i cittadini sono invitati ad intervenire.

La serata si concluderà con una cena ufficiale presso il ristorante “Il Borgo dei Fumari” di Prata d’Ansidonia, in cui lo chef di casa Lino Guarascio aprirà le porte della sua cucina agli chef che arriveranno appositamente da Treviso per dar vita a piatti unici, grazie all’incontro di sapori e di gusto dei prodotti dei rispettivi territori, radicchio per il Veneto e non solo zafferano per l’Abruzzo, ma tutti i prodotti del paniere di “l’Oro d’Abruzzo”.

Il Consorzio rappresenta tutti i produttori consorziati che contribuiscono alla produzione della preziosa spezia nel nostro territorio, nell’area DOP individuata nei comuni di Navelli, Caporciano, San Pio delle Camere, Prata d’Ansidonia, San Demetro ne’ Vestini, Poggio Picenze, Villa Sant’Angelo, Fagnano Alto, Fontecchio, Tione degli Abruzzi, Acciano, Molina Aterno e L’Aquila, tra i quali spicca la storica Coop. “Altopiano di Navelli” fondata a Civitaretenga, frazione di Navelli, ben 45 anni fa da Silvio Salvatore Sarra.

NO! ALLA CHIUSURA DELL’OSPEDALE DI POPOLI

NO! ALLA CHIUSURA DELL'OSPEDALE DI POPOLI

“Finalmente ci siamo, la data della manifestazione è quella di Sabato 29 Ottobre; si formerà un corteo, con vari striscioni ed altre sorprese, che muoverà dalla zona Peep, attraverserà Popoli per recarsi davanti all’Ospedale.
Spero tanto che i Cittadini (soprattutto Popolesi, della Val Pescara, Valle Peligna, Valle Subequana, Piana di Navelli e tutti gli amici che hanno frequentato l’Ospedale) arriveranno numerosi.
Se saremo in tanti la manifestazione raggiungerà l’obiettivo di porre il problema ‘Ospedale di Popoli’ al centro dell’attenzione politica e permetterà ulteriori manifestazioni (questa volta nelle sedi Regionali) volte a far discutere al Consiglio Regionale proposte volute dai Cittadini e dai loro bisogni di salute.
Se la partecipazione sarà scarsa vorrà dire che i Cittadini del Centro Abruzzo non hanno la forza e la capacità di promuovere i propri diritti, ma questo non sarà perché essi sono giustamente motivatissimi ( forse meglio dire incazzati) e non permetteranno a chi non vive in questi territori di deciderne il futuro loro e dei loro figli.
Alla manifestazione sono invitati tutti i Sindaci dei nostri territori”.

Luigi Liberatore, Movimento per la salvaguardia dell’ospedale di Popoli

Repetita iuvant

nomina-scrutatoriNOMINA SCRUTATORI. In vista del Referendum Costituzionale del prossimo 4 dicembre mi preme rinnovare al Sindaco e al Consiglio comunale di Navelli la proposta già avanzata dal sottoscritto in occasione delle scorse consultazioni elettorali, ovvero di procedere prioritariamente con il criterio del sorteggio tra tutti gli scritti all’Albo purché disoccupati, studenti e cittadini a basso reddito e, se necessario, di procedere sempre tramite il metodo del pubblico sorteggio casuale per completare gli organici.

Suggerisco, altresì, di assicurare che coloro i quali vengono selezionali per una tornata elettorale non siano selezionati per quella successiva, al fine di agevolare una rotazione tra gli iscritti, nonché di escludere la nomina di parenti e/o affini di dipendenti comunali, amministratori, collaboratori continuativi o occasionali dell’Ente.

Auspico che la proposta questa volta venga presa in considerazione.

Leggi le altre proposte qui

I matti

10.10.2016
Giornata Mondiale della Salute Mentale

I matti senza la patente per camminare,
i matti tutta la vita,
dentro la notte,
chiusi a chiave.

18app

IL Bonus 500 Euro per i 18enni.

18appDal 15 settembre è in vigore il bonus di 500 euro per i diciottenni dei Comuni italiani che potranno spendere in cultura. E’ operativo infatti 18app, il bonus nato dall’idea che per ogni euro investito in sicurezza, un euro vada investito in cultura. Ed è per questo motivo che il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini ed il presidente dell’Anci Piero Fassino hanno inviato una lettera a tutti i Sindaci italiani, per spiegare le modalità operative di accesso al bonus. L’invito ai Sindaci è quello di diffondere capillarmente, sia presso i giovani destinatari del bonus che presso gli esercenti, le informazioni su questa iniziativa, e “far aderire i musei e i teatri comunali”.
Chi ha compiuto o compirà 18 anni nel 2016, dunque, potrà per oltre un anno spendere 500 euro entrando nei musei o nelle aree archeologiche, vedendo un film, una mostra o uno spettacolo teatrale, ascoltando un concerto, comprando un libro. Un incentivo a fruire dei nostri beni culturali, insomma, per i ragazzi che entrano ufficialmente nell’età adulta.
Per accedere al fondo basta registrarsi al sito www.18app.it (o www.diciottapp.it), al quale dovranno registrarsi anche gli esercenti, tra i quali Comuni e musei comunali.
Nel dettaglio, i 500 euro potranno essere usati per acquistare biglietti o abbonamenti per cinema e teatro, biglietti per concerti e spettacoli dal vivo, libri, biglietti di accesso a musei, mostre, aree archeologiche, monumenti, gallerie, fiere culturali, parchi naturali.

18 app – Lettera Presidente ANCI
Manuale informativo 18app

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

nevebianka

Quotidianità news polemiche

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

"Ceci & Zafferano" - Blog di Ricette Abruzzesi

Ricette del ristorante Antica Taverna di Navelli

PointofView

by Riccardo Moschetti

Erospea

spaginazioni poetiche

MetropoliZ blog

uno sguardo sulle Arti, sulla Disabilità, sulla Dipendenza e sul Disagio Sociale

Autoscatto Televisivo

Recensioni televisive in autoscatto

parloditeognigiorno

La letteratura dà notizie che restano sempre d'attualità (Ezra Pound)

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

PER I DIRITTI SOCIALI E AMBIENTALI

stop devastazione e saccheggio dei territori

The art of being an artist

"Tutto è relativo."

I racconti di Riccardo Bianco

Non arrenderti... Un giorno sarai Re

laviadelragano

OGNI UOMO è IN GRADO DI RIVOLUZIONARE IL MONDO E DEVE SAPERLO IL PRIMA POSSIBILE

darshandesai54

Online marketing

Tutto sulla Germania

Si dice che per visitare la Germania occorrono più di 10 anni...inizio questo viaggio con voi...Tra castelli fiabeschi e piccoli paesini incantati,tra vicoli romantici e insegne di birrerie,tra il divertimento e la cultura,tra l'efficienza e l'ordine di questa bellissima terra. Inizio quello che è il mio sogno...Buon Viaggio

Guignolesco

Non è Pop, è Pulp!

Beauty Break

La mia pausa di bellezza

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: